Passa ai contenuti principali

Il Segreto della Sorgente

Luca Rossi ha appena pubblicato su Amazon il suo nuovo romanzo: Il Segreto della Sorgente, terzo capitolo della saga I rami del tempo (i cui precedenti episodi erano stati raccontati in I rami del tempo e L’erede della Luce).

Il lettore ritrova i protagonisti là dove li aveva lasciati (in fuga su un’astronave) e, nel primo capitolo, il filo del discorso viene ripreso con sapienza dall'Autore, sia con l’intento di rinfrescare la memoria a quanti hanno già letto i precedenti romanzi; sia con l’obiettivo di dare la possibilità a quanti si avvicinano alla storia per la prima volta di poterla seguire senza ostacoli, ovvero, senza la necessità di leggere prima gli altri romanzi.
Ciò detto, gli ingredienti della scrittura di Rossi si ritrovano intatti anche in questo nuovo capitolo della saga: fantasy e sesso ben mescolati per creare un cibo adatto al palato di un pubblico adulto.
Mondo, quello descritto nel romanzo, in cui si consuma una guerra senza esclusioni di colpi tra quanti sono portatori di una visione spirituale e magica dell’esistenza e quanti, al contrario, combattono affinché la scienza e la tecnologia dominino incontrastate.

Non è certo un mondo per ragazzini, quello descritto in Il Segreto della Sorgente: i protagonisti della storia, infatti, si muovono in territori e in dimensioni spazio-temporali in cui la violenza è cieca e brutale e il sesso può sia divertire, appagando i sensi, sia uccidere, come riportare alla vita.
Sesso (etero od omosessuale che sia) che può essere accompagnato da sentimenti d’amore autentico, come anche da desideri di vendetta e istinti omicidi.
Il sesso come arma (e nel romanzo è descritto un modo di morire che, si crede, a molti non dispiacerebbe affatto) o come unica via d’uscita da una realtà brutale e selvaggia.
E il sesso è pensiero fisso di tutti i personaggi adulti del romanzo, siano essi maschi o femmine.

Nel romanzo, oltre agli adulti, vi sono anche dei bambini.
Essi sono vittime dei soprusi degli adulti che su di loro sfogano la loro crudeltà, schiavizzandoli, torturandoli e manovrandoli al fine di raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati.
Il mondo de Il Segreto della Sorgente è particolarmente crudele nei confronti dei bambini. 
Per loro pare non esservi alcuna speranza e, forse, non è un caso che il romanzo termina con una scena inquietante in cui uno dei protagonisti ha l’aspetto di un bambino…

Il Segreto della Sorgente conferma la vena creativa di Luca Rossi e si consiglia a quanti amano il genere fantasy e non si scandalizzano di fronte a scene di sesso descritte con garbo, ma in modo assai dettagliato.

Commenti

Post più letti

Adriano Celentano raccontato da Sergio Cotti

Intervista video a Sergio Cotti autore del libro Adriano e Celentano. Un po' artista, un po' uomo edito da Arcana. Nell'intervista Cotti spiega il perché del titolo del libro e racconta quali sono, a suo avviso, le differenza tra l'uomo Adriano e il personaggio Celentano. Inoltre anticipa che alcune interviste a personaggi famosi realizzate per il volume sono state caricate interamente su YouTube e racconta della sua conoscenza personale con Celentano. Infine traccia un bilancio dei 60 anni di carriera dell'artista che ricorrono quest'anno.
Il libro di Cotti su Celentano è disponibile su Amazon

Alessandro Magno

Chi era Alessandro Magno? A tale domanda tenta di dare una risposta Hans-Joachim Gehrke nel suo libro dedicato al grande condottiero e pubblicato in Italia da Il Mulino.  Gehrke spiega ai lettori il contesto storico-politico nel quale Alessandro nacque (nel 356 a. C.) e crebbe: una Macedonia che si avviava a diventare parte della “nazione” greca grazie alle misure adottate dal padre di Alessandro, Filippo il macedone. Costui era – come allora si usava in Macedonia – poligamo e la madre di Alessandro, Olimpiade, era la sua quarta moglie.  Alessandro, su volere di suo padre, fu istruito alla greca: insieme ai fanciulli della sua età appartenenti alle famiglie illustri della Macedonia fu educato dal filosofo Aristotele, figlio del medico personale di Filippo. Tra coloro che ricevettero gli insegnamenti del grande filosofo greco vi era anche Efestione, colui che sarebbe diventato la persona più importante nella vita di Alessandro.

Il corpo nudo dello scrittore

Sono tanti gli scrittori che, anche in passato, si sono fatti fotografare completamente nudi. Ciò potrebbe sorprendere, specie se si pensa che molti degli scrittori di cui si parla erano assai famosi quando decisero di mettersi in posa senza veli. Ovvero, le loro fotografie nature non erano mosse pubblicitarie atte a renderli celebri (magari con uno scandaletto montato ad arte), ma erano scatti a persone celebri che accettavano (o chiedevano) di essere immortalate nude.