La vita peccaminosa di Caravaggio

Tutti i miei peccati sono mortali di Giuliano Capecelatro edito nel 2010 da il Saggiatore è un saggio su Caravaggio che ha molto del romanzo. In esso, infatti, l’Autore narra la vita e le opere di Caravaggio facendo diventare il pittore un vero e proprio personaggio: ne narra non solo le azioni, ma anche i pensieri, i sentimenti, le paure, gli stati d’animo e le intenzioni.
Per calarsi nella mente del grande Maestro il saggista parte dai rari dati documentali (verbali di tribunale; diari di committenti e mercanti d’arte; note biografiche redatte da pittori contemporanei) e dai capolavori dipinti e traccia un convincente profilo psicologico. Ne esce la figura di un uomo tormentato; dal carattere difficile; incline alla rissa (e non si dimentichi che arrivò a uccidere un uomo); amante del bicchiere e attratto sessualmente sia dalle ragazze, sia dai ragazzini (tra cui Mario Minniti e Cecco del Caravaggio).
Una narrazione, quella di Capecelatro, vivace e felice specie nelle descrizioni d’ambi…

Fotografare il movimento


Per la prima volta in Italia è possibile, fino al primo ottobre 2016, visitare una retrospettiva dedicata al grande Eadweard Muybridge (1830 - 1904), maestro della cronofotografia e inventore dello zoopraxiscopio, strumento considerato il precursore del cinema.

Muybridge Recall, allestita presso la Galleria Gruppo Credito Valtellinese in Corso Magenta 57 a Milano, mostra al pubblico sequenze fotografiche appartenti ai filoni Men in Motion (1887) e Animal Locomotion (1889), nei quali il fotografo fissa su lastra il movimento di uomini e donne e di vari animali.
Sono scatti di piccole dimensioni (presentati in mostra retroilluminati) che restituiscono all’occhio umano, con precisione documentaristica, un’intera azione, suddividendone il movimento in diversi segmenti. 
Immagini di grande suggestione che ebbero vasta risonanza e che influenzarono vari artisti e studiosi di diverse discipline.

Sono molte le sequenze da ammirare nella mostra milanese. Alcune assai celebri, altre meno. 
Sicuramente assai belle sono le sequenze che restituiscono il movimento dei corpi di uomini e donne nudi, ma si rivelano di grande interesse anche le sequenze che fissano i movimenti di persone menomate e deformi.
Di grande eleganza le cronofotografie dei movimenti di cavalli e felini e quasi poetiche quelle che fissano su lastra il volo degli uccelli.
Strepitose, infine, quelle che catturano un uomo mentre lancia in aria l’acqua contenuta in un secchio.


Muybridge Recall è visitabile dal martedì al sabato dalle 13.30 alle 19.15 con ingresso libero.

Commenti