La vita peccaminosa di Caravaggio

Tutti i miei peccati sono mortali di Giuliano Capecelatro edito nel 2010 da il Saggiatore è un saggio su Caravaggio che ha molto del romanzo. In esso, infatti, l’Autore narra la vita e le opere di Caravaggio facendo diventare il pittore un vero e proprio personaggio: ne narra non solo le azioni, ma anche i pensieri, i sentimenti, le paure, gli stati d’animo e le intenzioni.
Per calarsi nella mente del grande Maestro il saggista parte dai rari dati documentali (verbali di tribunale; diari di committenti e mercanti d’arte; note biografiche redatte da pittori contemporanei) e dai capolavori dipinti e traccia un convincente profilo psicologico. Ne esce la figura di un uomo tormentato; dal carattere difficile; incline alla rissa (e non si dimentichi che arrivò a uccidere un uomo); amante del bicchiere e attratto sessualmente sia dalle ragazze, sia dai ragazzini (tra cui Mario Minniti e Cecco del Caravaggio).
Una narrazione, quella di Capecelatro, vivace e felice specie nelle descrizioni d’ambi…

Successo per Rita Iacomino

Rodolfo Vettorello, Rita Iacomino e Alessandro Quasimodo
Dal 1999, per volere dell’UNESCO, il 21 marzo è la Giornata Mondiale della Poesia.
Ieri sera a Limbiate si è svolta un’affollata e piacevole serata in cui la poesia è stata celebrata: è stato, infatti, presentato il volume … e mi fingo poeta di Rita Iacomino.
Assieme all’autrice, c’era il poeta Rodolfo Vettorello che ha presentato l’opera al pubblico e l’attore e regista Alessandro Quasimodo che ha recitato, con la consueta bravura, una decina di poesie facenti parte della raccolta.
Nel suo discorso, Vettorello ha elogiato Rita Iacomino, affermando, tra l’altro, che … e mi fingo poeta è una raccolta di poesie più matura e riuscita della precedente.
Rita Iacomino, visibilmente emozionata, ha, tra le altre cose, raccontato come l’ispirazione le venga di notte nei momenti di insonnia e di malinconia e ha annunciato che è pronta la sua terza raccolta poetica che avrà una nota introduttiva di Alessandro Quasimodo e si intitolerà Ostriche a mezzogiorno.
Nella sala gremita erano presenti, tra gli altri, anche il Presidente della Provincia di Monza e Brianza Pietro Luigi Ponti e il Sindaco di Limbiate Raffaele De Luca.

La serata è stata introdotta da un quartetto di musiciste che ha eseguito, assai bene, alcune celebri arie d’opera.

Commenti