Passa ai contenuti principali

Il Morandini 2012 è arrivato in libreria

Torna in libreria il Morandini, ossia il dizionario dei film firmato da Laura, Luisa e Morando Morandini edito da Zanichelli, ormai giunto alla sua 14a edizione.
Chiuso in redazione il mese scorso, il dizionario contiene oltre 24500 schede ed è arricchito da appendici ed elenchi assai utili. Il tutto in un volume di oltre 2040 pagine che può essere anche consultato direttamente dal computer grazie sia a un DVD-Rom, sia alla versione online (accessibile con licenza contenuta nel volume).
Le schede del dizionario non riportano “solo” i dati tecnici del film e la trama (come spesso accade in opere simili), ma anche il giudizio critico degli autori (e collaboratori), in questo modo andando oltre quelli che sono i dati che ci si aspetta comunemente di trovare in simili repertori. il Morandini è, quindi, a tutti gli effetti, anche una collezione di critiche (con le quali si può essere più o meno concordi).
Proprio perché il testo non contiene solo dati “tecnici”, anche in questa edizione alcune schede sono state riscritte, in quanto il giudizio degli autori sul singolo film è mutato. Un motivo in più, per gli specialisti, per collezionare le varie edizioni del dizionario...


Merita dire, a completezza di quanto finora esposto, che il DVD-Rom (sia per Windows, sia per Mac) consente la visione di oltre 7000 immagini (completamente assenti dal volume) oltre che una ricerca a tutto testo (e non solo per titolo del film) che si rivela molto utile soprattutto a specialisti, appassionati e semplici curiosi che vogliono approfondire alcuni aspetti.
Ad esempio, abbiamo cercato in quante schede appare la parola “Berlusconi” (26); quanti film usciti nel 2011 sono presenti nel dizionario (81); quanti tra quelli prodotti nel 2010 sono stati schedati (299); quante sono le schede dedicate al cinema “erotico” (108) e quanti i film la cui visione è sconsigliabile ai minori (1986).
La copertina del volume cartaceo quest’anno è dedicata ad Habemus papam di Nanni Moretti “il film più complesso e importante non soltanto di Moretti ma dell’intera stagione 2010-11” dichiarano gli autori nella Presentazione. Una dichiarazione che viene in parte corretta nella scheda dedicata al film, che si conclude con tali parole:
È forse il più importante, sicuramente il più ambizioso film di Moretti, ma non il più riuscito perché viziato dal suo narcisismo, quello per esempio che gli fa trascurare l'ex moglie psicoanalista di Brezzi e lo fa dilungare troppo nel torneo di pallavolo.
Giudizio (come tutti i giudizi) con il quale, si ripete, si può o meno concordare. Ciò non toglie che il Morandini resta uno dei dizionari dei film che non può mancare nella biblioteca di un vero cinefilo.

Commenti

Post più letti

Adriano Celentano raccontato da Sergio Cotti

Intervista video a Sergio Cotti autore del libro Adriano e Celentano. Un po' artista, un po' uomo edito da Arcana. Nell'intervista Cotti spiega il perché del titolo del libro e racconta quali sono, a suo avviso, le differenza tra l'uomo Adriano e il personaggio Celentano. Inoltre anticipa che alcune interviste a personaggi famosi realizzate per il volume sono state caricate interamente su YouTube e racconta della sua conoscenza personale con Celentano. Infine traccia un bilancio dei 60 anni di carriera dell'artista che ricorrono quest'anno.
Il libro di Cotti su Celentano è disponibile su Amazon

Alessandro Magno

Chi era Alessandro Magno? A tale domanda tenta di dare una risposta Hans-Joachim Gehrke nel suo libro dedicato al grande condottiero e pubblicato in Italia da Il Mulino.  Gehrke spiega ai lettori il contesto storico-politico nel quale Alessandro nacque (nel 356 a. C.) e crebbe: una Macedonia che si avviava a diventare parte della “nazione” greca grazie alle misure adottate dal padre di Alessandro, Filippo il macedone. Costui era – come allora si usava in Macedonia – poligamo e la madre di Alessandro, Olimpiade, era la sua quarta moglie.  Alessandro, su volere di suo padre, fu istruito alla greca: insieme ai fanciulli della sua età appartenenti alle famiglie illustri della Macedonia fu educato dal filosofo Aristotele, figlio del medico personale di Filippo. Tra coloro che ricevettero gli insegnamenti del grande filosofo greco vi era anche Efestione, colui che sarebbe diventato la persona più importante nella vita di Alessandro.

Il corpo nudo dello scrittore

Sono tanti gli scrittori che, anche in passato, si sono fatti fotografare completamente nudi. Ciò potrebbe sorprendere, specie se si pensa che molti degli scrittori di cui si parla erano assai famosi quando decisero di mettersi in posa senza veli. Ovvero, le loro fotografie nature non erano mosse pubblicitarie atte a renderli celebri (magari con uno scandaletto montato ad arte), ma erano scatti a persone celebri che accettavano (o chiedevano) di essere immortalate nude.