Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2011

Un libro inutile

Le donne e gli uomini più belli di tutti i tempi di Paolo Zelati è un libro sostanzialmente inutile. La prima frase dell'Introduzione si interroga su cosa sia la bellezza e su come si decida se un uomo e una donna sono belli. Ci si aspetterebbe che il volume approfondisca il concetto, tentando di dare a tali domande una risposta. Invece l'autore dei saggi pare proprio essersi dimenticato delle domande da lui poste e nei suoi scritti si limita a tracciare un sommaria biografia dei “divi” di cui parla. “Divi” appartenenti sia al mondo del cinema, sia a quello dello sport, ma anche alla storia e al mito: infatti, oltre ad attori come Brad Pitt, Rodolfo Valentino, Grace Kelly, l'autore traccia le vite di sportivi come David Beckham, di personaggi mitici come Achille o Narciso e di personaggi storici come la contessa di Castiglione o Maria Antonietta D'Asburgo. Spiace dire che i brevi saggi che costituiscono il libro sembrano essere meno approfonditi delle voci che Wikipedia d…

Un concerto con danzatori

Ieri sera, il pubblico del Festival Danza Estate si è lasciato trascinare dai ritmi di Odwalla, una formazione composta da bravissimi musicisti che suonano solamente strumenti a percussione.
Odwalla crea musiche che nascono da un mix sapiente tra le sonorità africane e quelle europee. Musiche che possono evocare atmosfere misteriose o scatenare danze tribali.
Il concerto degli Odwalla è stato impreziosito dalle danze della Gerard Diby Contemporaine Danse Ensamble accompagnata da Sellou Sordet. Danzatori eccezionali, il cui corpo è agile, scattante e statuario.
Danze, le loro, che evocavano i riti tribali africani e che richiamavano passi di danza contemporanea. Danze in cui il corpo è di volta in volta metafora del mondo animale o del mondo vegetale, ma anche mezzo di espressione per gli spiriti dell’aldilà che se ne impossessano.
Spettacolo piacevole.

Teatro Donizetti gli Altri Percosi 2011-2012 da Macchiaveli alla realtàcontemporanea

Nove titoli per la Stagione di Prosa “maggiore” al Teatro Donizetti di Bergamo e ben sei per la rassegna Altri Percorsi che offre al pubblico proposte sperimentali e originali : “L’anno socrso – esordisce il Direttore Artistico Luigi Ceccarelli – il pubblico ci ha dimostrato molto interesse per tematiche il teatro civile con la ricerca di parole di verità che oggi si trovano sul palco più che altrove e quasi sovvertendo la tradizione. Per quest’anno abbiamo deciso di seguire questa linea, ma con una piega più personale ed intima”.
La Mangragola darà inizio agli Altri Percorsi il 2 dicembre anticipando anche la Stagione di Prosa, poi la rassegna proseguirà il La Belle Joyeuse il 26 gennaio : “Prolunghiamo l’odna delle celebrazioni dell’Unità d’Italia con una grande Bonaiuto che interpreta la contessa di Belgioioso”. Il 14 febbraio 4-5-6 : “Mattia Torre mette in scena uno spettacolo insolito che analizza grazie anche ad un uso personale e malleabile della lingua la realtà della famiglia…