Il coraggio di esserci

Green Book di Peter Farrelly con Viggo Mortensen e Mahershala Ali è un gran bel film che parla di razzismo, stereotipi, diritti civili e amicizia.
La pellicola racconta i due mesi di tournée nel profondo Sud degli Stati Uniti degli anni Sessanta del pianista e compositore Don Shirley che, temendo di subire ritorsioni da parte dei razzisti del luogo (essendo lui un uomo di colore), ingaggiò come autista (facente funzione di guardaspalle) l’italo-americano Frank Vallelonga (padre di uno degli sceneggiatori del film).
Durante il viaggio tra uno Stato e l’altro del profondo Sud degli U.S.A. i due uomini - benissimo interpretati da Mortensen (nel ruolo dell’italo-americano) e Ali (in quello del pianista) - imparano a conoscersi e tra loro nasce un’amicizia sincera in grado di durare negli anni.
Raccontando la loro storia, il film, tra le altre cose, mostra allo spettatore in modo plastico la differenza che passa tra lo stereotipo e il razzismo. Il primo è un’opinione frutto di pregiudizio che,…

Suicidi per ridere


Niente progetti per il futuro di Franscesco Brandi narra dell’incontro tra due aspiranti suicidi su un ponte, proprio prima di compiere “l’ultimo gesto”. I due hanno in comune non solo la scelta del luogo e del modo per farla finita, ma anche altro. Lo scopriranno raccontandosi le loro tristi storie...
Il testo è una commedia con finale a sorpresa e fa ridere.
Forse (o forse no) la pièce è stata scritta pensando ai due interpreti e, perciò, molte delle battute in essa contenute sono quasi impensabili staccate da coloro che le pronunciano sul palco: ossia Giobbe Covatta ed Enzo Iacchetti.
Si sospetta, anche, che i due noti comici abbiano aggiunto al testo del loro...
Ad ogni ogni modo, il risultato complessivo dello spettacolo, firmato come regista dall’autore medesimo, è piacevole e divertente, per quanto sia palpabile una certa differenza tra il primo e il secondo tempo.
La seconda parte dello spettacolo, infatti, appare più sfilacciata rispetto alla precedente e sembra quasi che i due comici siano stati lasciati liberi di gigionare un po’ troppo.
Per il resto va sottolineato che i dialoghi sono serrati, i tempi comici sono ottimi e le risate assicurate.

Commenti