Il coraggio di esserci

Green Book di Peter Farrelly con Viggo Mortensen e Mahershala Ali è un gran bel film che parla di razzismo, stereotipi, diritti civili e amicizia.
La pellicola racconta i due mesi di tournée nel profondo Sud degli Stati Uniti degli anni Sessanta del pianista e compositore Don Shirley che, temendo di subire ritorsioni da parte dei razzisti del luogo (essendo lui un uomo di colore), ingaggiò come autista (facente funzione di guardaspalle) l’italo-americano Frank Vallelonga (padre di uno degli sceneggiatori del film).
Durante il viaggio tra uno Stato e l’altro del profondo Sud degli U.S.A. i due uomini - benissimo interpretati da Mortensen (nel ruolo dell’italo-americano) e Ali (in quello del pianista) - imparano a conoscersi e tra loro nasce un’amicizia sincera in grado di durare negli anni.
Raccontando la loro storia, il film, tra le altre cose, mostra allo spettatore in modo plastico la differenza che passa tra lo stereotipo e il razzismo. Il primo è un’opinione frutto di pregiudizio che,…

Hello Dolly!

Ieri sera il Teatro Donizetti ha chiuso il 2010 con Hello Dolly! di Michael Stewart e Jerry Herman per la regia di Corrado Abbati.
Uno spettacolo dignitoso che acquista vivacità via via che si entra nella esile trama, fino ad arrivare al finale coinvolti dal clima festoso che si è creato in sala.
Spiccano per bellezza i costumi di Artemio Cabassi. Si fa notare per la bella voce Carlo Monopoli nel ruolo di Cornelio. Piuttosto brutte le scene di Stefano Maccarini.
Spettacolo vivace buono per passare una serata spensierata.

Commenti