La vita peccaminosa di Caravaggio

Tutti i miei peccati sono mortali di Giuliano Capecelatro edito nel 2010 da il Saggiatore è un saggio su Caravaggio che ha molto del romanzo. In esso, infatti, l’Autore narra la vita e le opere di Caravaggio facendo diventare il pittore un vero e proprio personaggio: ne narra non solo le azioni, ma anche i pensieri, i sentimenti, le paure, gli stati d’animo e le intenzioni.
Per calarsi nella mente del grande Maestro il saggista parte dai rari dati documentali (verbali di tribunale; diari di committenti e mercanti d’arte; note biografiche redatte da pittori contemporanei) e dai capolavori dipinti e traccia un convincente profilo psicologico. Ne esce la figura di un uomo tormentato; dal carattere difficile; incline alla rissa (e non si dimentichi che arrivò a uccidere un uomo); amante del bicchiere e attratto sessualmente sia dalle ragazze, sia dai ragazzini (tra cui Mario Minniti e Cecco del Caravaggio).
Una narrazione, quella di Capecelatro, vivace e felice specie nelle descrizioni d’ambi…

Questa sera si recita Molière

È in libreria, edito da BUR senzafiltro, il libro + DVD di Paolo Rossi dal titolo Questa sera si recita Molière
Il prodotto editoriale propone al pubblico lo spettacolo teatrale di Paolo Rossi che la RAI TV ha censurato non mandandone in onda il secondo atto. Il testo dello spettacolo, contenuto nel libro, è dello stesso Paolo Rossi e dell’attore-autore Carlo Giuseppe Gabardini. Un nome, quest’ultimo, che forse suona familiare al pubblico televisivo, essendo Gabardini, l’attore che impersona Olmo nella fortunata serie tv Camera caffé.
Va detto subito che lo spettacolo è assai gustoso e molto divertente. Paolo Rossi veste i panni di un medico ciarlatano del Seicento che – con una serie di raggiri – deve risolvere alcune situazioni, non ultima quella di fare accettare al proprio maggior finanziatore, impersonato da Gabardini, l’intesa amorosa tra la figlia di costui (impersonata da Debora Villa, la Patty di Camera caffé) e l’assistente nero del medico stesso.
Le situazioni sono spassose e gli attori della Compagnia del Teatro di Rianimazione (questo il nome della troupe di Rossi) davvero molto bravi. 
Bello e funzionale anche l’impianto scenico di Sergio Tramonti, usato anch’esso per portare a termine la colossale truffa ai danni del maggiore finanziatore del medico-ciarlatano. 
Ovviamente – e non ci sarebbe neppure bisogno di dirlo – pur svolgendosi l’azione scenica nel Seicento, molti e continui sono i riferimenti alla nostra attualità, nonostante Paolo Rossi, più volte, smentisca in scena che quella che si sta svolgendo sia satira politica. E nello smentire che quella fatta sia satira politica si sta, in realtà, facendo satira politica: ovvero si sottolinea come in Italia non si possa liberamente fare satira, in quanto si potrebbe, altrimenti, essere censurati (come effettivamente successo a Paolo Rossi con questo spettacolo). Ecco, allora, che nel Seicento di Paolo Rossi, compaiono “maschere” della Commedia dell’Arte dall’improbabile nome di “Previto” o malattie come “la Scaiola” o anche zone vuote del cervello che si chiamano “Anfratto di Buttiglione”… 
Uno spettacolo, Questa sera si recita Molière che fa ridere anche se visto in polacco: tra i contenuti speciali del DVD, infatti, c’è parte della registrazione della recita che la compagnia ha fatto a un festival teatrale dedicato a Molière svoltosi in Polonia. Gli attori sono stati talmente bravi da meritarsi gli applausi dei polacchi i quali hanno visto nel testo dei chiari riferimenti alla politica dei loro governanti. Come dire che i meccanismi del potere sono uguali in tutte le parti del mondo…

Commenti