Passa ai contenuti principali

Questa sera si recita Molière

È in libreria, edito da BUR senzafiltro, il libro + DVD di Paolo Rossi dal titolo Questa sera si recita Molière
Il prodotto editoriale propone al pubblico lo spettacolo teatrale di Paolo Rossi che la RAI TV ha censurato non mandandone in onda il secondo atto. Il testo dello spettacolo, contenuto nel libro, è dello stesso Paolo Rossi e dell’attore-autore Carlo Giuseppe Gabardini. Un nome, quest’ultimo, che forse suona familiare al pubblico televisivo, essendo Gabardini, l’attore che impersona Olmo nella fortunata serie tv Camera caffé.
Va detto subito che lo spettacolo è assai gustoso e molto divertente. Paolo Rossi veste i panni di un medico ciarlatano del Seicento che – con una serie di raggiri – deve risolvere alcune situazioni, non ultima quella di fare accettare al proprio maggior finanziatore, impersonato da Gabardini, l’intesa amorosa tra la figlia di costui (impersonata da Debora Villa, la Patty di Camera caffé) e l’assistente nero del medico stesso.
Le situazioni sono spassose e gli attori della Compagnia del Teatro di Rianimazione (questo il nome della troupe di Rossi) davvero molto bravi. 
Bello e funzionale anche l’impianto scenico di Sergio Tramonti, usato anch’esso per portare a termine la colossale truffa ai danni del maggiore finanziatore del medico-ciarlatano. 
Ovviamente – e non ci sarebbe neppure bisogno di dirlo – pur svolgendosi l’azione scenica nel Seicento, molti e continui sono i riferimenti alla nostra attualità, nonostante Paolo Rossi, più volte, smentisca in scena che quella che si sta svolgendo sia satira politica. E nello smentire che quella fatta sia satira politica si sta, in realtà, facendo satira politica: ovvero si sottolinea come in Italia non si possa liberamente fare satira, in quanto si potrebbe, altrimenti, essere censurati (come effettivamente successo a Paolo Rossi con questo spettacolo). Ecco, allora, che nel Seicento di Paolo Rossi, compaiono “maschere” della Commedia dell’Arte dall’improbabile nome di “Previto” o malattie come “la Scaiola” o anche zone vuote del cervello che si chiamano “Anfratto di Buttiglione”… 
Uno spettacolo, Questa sera si recita Molière che fa ridere anche se visto in polacco: tra i contenuti speciali del DVD, infatti, c’è parte della registrazione della recita che la compagnia ha fatto a un festival teatrale dedicato a Molière svoltosi in Polonia. Gli attori sono stati talmente bravi da meritarsi gli applausi dei polacchi i quali hanno visto nel testo dei chiari riferimenti alla politica dei loro governanti. Come dire che i meccanismi del potere sono uguali in tutte le parti del mondo…

Commenti

Post più letti

Adriano Celentano raccontato da Sergio Cotti

Intervista video a Sergio Cotti autore del libro Adriano e Celentano. Un po' artista, un po' uomo edito da Arcana. Nell'intervista Cotti spiega il perché del titolo del libro e racconta quali sono, a suo avviso, le differenza tra l'uomo Adriano e il personaggio Celentano. Inoltre anticipa che alcune interviste a personaggi famosi realizzate per il volume sono state caricate interamente su YouTube e racconta della sua conoscenza personale con Celentano. Infine traccia un bilancio dei 60 anni di carriera dell'artista che ricorrono quest'anno.
Il libro di Cotti su Celentano è disponibile su Amazon

Alessandro Magno

Chi era Alessandro Magno? A tale domanda tenta di dare una risposta Hans-Joachim Gehrke nel suo libro dedicato al grande condottiero e pubblicato in Italia da Il Mulino.  Gehrke spiega ai lettori il contesto storico-politico nel quale Alessandro nacque (nel 356 a. C.) e crebbe: una Macedonia che si avviava a diventare parte della “nazione” greca grazie alle misure adottate dal padre di Alessandro, Filippo il macedone. Costui era – come allora si usava in Macedonia – poligamo e la madre di Alessandro, Olimpiade, era la sua quarta moglie.  Alessandro, su volere di suo padre, fu istruito alla greca: insieme ai fanciulli della sua età appartenenti alle famiglie illustri della Macedonia fu educato dal filosofo Aristotele, figlio del medico personale di Filippo. Tra coloro che ricevettero gli insegnamenti del grande filosofo greco vi era anche Efestione, colui che sarebbe diventato la persona più importante nella vita di Alessandro.

Il corpo nudo dello scrittore

Sono tanti gli scrittori che, anche in passato, si sono fatti fotografare completamente nudi. Ciò potrebbe sorprendere, specie se si pensa che molti degli scrittori di cui si parla erano assai famosi quando decisero di mettersi in posa senza veli. Ovvero, le loro fotografie nature non erano mosse pubblicitarie atte a renderli celebri (magari con uno scandaletto montato ad arte), ma erano scatti a persone celebri che accettavano (o chiedevano) di essere immortalate nude.