Non solo i Bronzi di Riace

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria (MArRC) è famoso soprattutto perché nelle sue sale sono conservati i due Bronzi di Riace.
Eppure i Bronzi non sono le uniche “perle” che è possibile ammirare nel MArRC: il museo, infatti, conserva reperti archeologici di varia natura provenienti dagli scavi di tutta la Calabria.
Si possono, quindi, ammirare gioielli, vasi, statue, armature, monete, armi...

Organizzato in un percorso cronologico-tematico, il museo si apre con l’esposizione dei reperti risalenti al periodo precedente quello nel quale la Calabria rientrava nei territori della Magna Grecia; prosegue coi reperti risalenti al periodo in cui la Calabria apparteneva a pieno titolo alla Magna Grecia; e termina con i reperti provenienti da zone che erano stati dei Greci e che poi furono conquistati dai Lucani e dai Bretti.
Una sala speciale è dedicata ai Bronzi di Riace.

Oltre agli straordinari Bronzi di Riace, non è possibile non segnalare la presenza nel museo del bellissimo Kouros di Reggio Calabria o di alcuni deliziosi ex-voto, tra cui quello che mostra un giovane che porta sulle spalle un ariete e quello che riproduce un maschio seduto e in erezione.

Un museo, il MArRC, organizzato assai bene e che merita una visita approfondita.