Il Serraglio delle Meraviglie a Venezia fino al 10 gennaio


Ultimi giorni (fino al 10 gennaio) per visitare alla Fondazione Giorgio Cini sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia Il Serraglio delle Meraviglie: il mosaico romano di Lod.


La mostra offre al pubblico italiano l’esclusiva opportunità di ammirare un mosaico romano di superba qualità iconografica e conservativa, rinvenuto nel 1996 nei pressi della cittadina israeliana di Lod, luogo che secondo un’antica leggenda locale diede i natali a San Giorgio.

L’eccezionalità dell’opera, che risale al terzo secolo dopo Cristo, è dovuta anche alla sua qualità conservativa. 
Si tratta di uno più grandi e belli pavimenti musivi mai ritrovati, un vero e proprio gioiello archeologico, estremamente ben conservato. 
Il pavimento è composto di riquadri in cui sono raffigurati in dettaglio mammiferi, uccelli, pesci, una varietà di piante e le navi che erano usate all’epoca della sua realizzazione. 
Il mosaico è formato da tessere in pietra e cubi di vetro di vari colori: dal blu all’ocra, dal rosso al giallo, dal marrone al bianco, fino al nero, passando per varie sfumature di grigio.


Subito dopo la scoperta, il mosaico venne nuovamente sepolto per proteggerlo dagli elementi che avrebbero potuto comprometterne la conservazione. 
Solo nel 2009 venne esposto di nuovo, per un fine settimana soltanto; oltre 30mila visitatori colsero l’opportunità di ammirarlo in quell’occasione. 
Nello stesso anno, furono avviati i lavori - finanziati dalla Leon Levy Foundation e da Shelby White, presidente degli Amici della Israel Antiquities Authority - del Lod Mosaic Archaeological Center, il centro museale che ospiterà permanentemente il mosaico a partire dal 2017, anno in cui è prevista l’apertura.

Maggiori informazioni su www.cini.it



Commenti