Fondazione Cini 24 borse di studio

Nuova Manica Lunga, Fondazione G.Cini, Isola San Giorgio Maggiore, Venezia
La Fondazione Cini offre 24 borse di studio, per un ammontare di oltre 100.000 euro, a favore della ricerca e dell’alta formazione

Sono online (www.cini.it) i bandi per presentare le richieste, le prime scadenze a fine gennaio 2015. Due le nuove borse: una per ricerche al Centro Studi Vetro e una riservata agli italiani residenti all’estero dedicata a Olivo Andreazza


Sono 6 i bandi, di cui due nuovi, per un totale di 24 borse di studio, pubblicati per l'anno2015 dalla Fondazione Giorgio Cini e riservati a studiosi,ricercatori e artisti, italiani e stranieri. Un ammontare di oltre 100mila euro complessivi destinati ad attività di ricerca e alta formazione nei settori disciplinari la cui valorizzazione è al centro delle attività della Fondazione Cini da oltre 60 anni: arte, musica, civiltà italiana, letteratura, teatro. I bandi completi con le relative scadenze (la maggior pare delle domande deve arrivare entro il 31 gennaio 2015) sono consultabili sul sito web cini.it/centro-branca.

Due sono nel 2015 le novità, rispetto agli anni precedenti.
Nell'ambito del progetto Le Stanze del Vetro, grazie al contributo di Pentagram Stiftung, è stata istituita una borsa di studio residenziale del valore di 12.500 euro, finalizzata allo studio della produzione vetraria a Venezia nel Novecento e destinata a dottorandi o a post-doc italiani o stranieri che intendano trascorrere sei mesi di ricerca presso il Centro Studi Vetro dell’Istituto di Storia dell’Arte tra aprile e dicembre 2015. Domande entro il 31 gennaio 2015.

La seconda novità è la borsa di studio “Olivo e Vilma Andreazza” destinata a figli e nipoti di italiani emigrati all’estero. Con questa borsa residenziale di sei mesi del valore di 12.500 euro, la Fondazione Cini, intende consentire agli italiani “di seconda e terza generazione”, ossia figli o nipoti di italiani emigrati all’estero per motivi di lavoro, di tornare nel Paese d’origine per trascorrere un periodo di ricerca presso il Centro internazionale di Studi della Civiltà italiana “Vittore Branca”. La borsa è dedicata alla memoria di Olivo Andreazza, italiano emigrato all’estero, che, per volontà testamentaria, ha lasciato i suoi beni alla Fondazione Cini, per la quale aveva una grande ammirazione come centro di cultura e civiltà. Domande entro il 31 gennaio 2015.

Accanto a queste novità, ricordiamo i bandi relativi alle altre borse di studio, già attive dagli scorsi anni. Dettagli www.cini.it

Commenti