venerdì 2 maggio 2014

Riscoprire la Carrara: restauri e capolavori in mostra dal 14 maggio al 27 luglio


Ritratto di giovane, Giovanni Bellini
Un percorso tra Rinascimento e Ottocento: 33 opere tra capolavori della collezione dell’Accademia Carrara e dipinti provenienti da importati istituzioni museali d’Italia che, posti in dialogo, raccontano e documentano cinque secoli di storia dell’arte.
I visitatori potranno ammirare in una nuova dimensione capolavori autentici come la celebre e delicatissima Madonna con Bambino di Mantegna, lo stupefacente Ritratto di Giovane di Giovanni Bellini, Il San Sebastiano di Raffaello, e ancora dipinti di Moroni, Ceruti: "Riscoprire la Carrara - spiega la Direttrice d'Istituto GAMeC e Carrara, e curatrice della mostra, Maria Cristina Rodeschini - è un titolo efficace per comprendere la natura di questa esposizione.
Presenteremo opere conosciute, riscoperte grazie agli interventi di restauro, e oggetto inoltre di riflessioni più profonde legate ad un'approfondita campagna di studi".
Alcune opere saranno poste in dialogo con dipinti  provenienti dalle più importanti collezioni d’Italia: "In questi anni - continua Rodeschini - in cui l'edificio storico è rimasto chiuso per restauri, abbiamo continuato a fare in modo che il Museo restasse vivo grazie a molte iniziative, tra esse numerosi prestiti che ci hanno concesso di instaurare relazioni con le maggiori istituzioni museali italiane e straniere.
In occasione di questa mostra abbiamo dunque rinnovato la collaborazione con alcune di esse e cercato di creare un dialogo ricco di spunti tra alcune delle nostre opere ed altre che arriveranno da questi musei.
Attorno a due opere cardine come la Madonna con Bambino di Mantegna e il San Sebastiano di Raffaello (presentazione del restauro a Brera il giorno 8 maggio), abbiamo costruito alcune conversazioni.
A Mantegna verrà abbinata una Madonna con Bambino di Foppa proveniente dal Museo Poldi Pezzoli, al San Sebastiano il Cristo Portacroce dalla Pinacoteca Tosio Martinengo di Brescia.
Tra le opere ospiti vi saranno uno straordinario Crespi proveniente da Bologna da abbinare al nostro Ceruti, da Parma giungerà un'opera di Mor da affiancare a Moroni, e un reliquario ricondotto recentemente alla famiglia Arrighi giungerà da Senigallia per mettersi in relazione con il reliquiario, sempre di mano Arrighi, che Zeri ha donato alla nostra Pinacoteca".
Tutti gli interventi sono stati eseguiti secondo i criteri del restauro moderno (e grazie al finanziamento di Rotary Bergamo Sud e Comune di Bergamo), così come spiega il curatore dell'Accademia Carrara Giovanni Valagussa: "I restauri non devono essere fini a loro stessi, ma devono essere occasione di conoscenza e comprensione maggiore: le opere devono essere al centro di un progetto di ricerca.
Madonna con Bambino, Carlo Crivelli
Quando è nata la possibilità del contributo del Rotary Sud Bergamo, abbiamo presentato come progetto quello di occuparci di un nucleo omogeneo di opere sia per cronologia (sono tutte del XV sec), sia per storia conservativa, sia per storia collezionistica (provengono tutte dalla collezione Lochis).
Tra le opere più impegnative e, altrettanto interessanti, vi è stata la Madonna con Bambino di Carlo Crivelli. Quest'opera così come tutte le altre ha impegnato professionalità specifiche per la messa in campo di numerose competenze volte all'analisi, alla comprensione, al recupero dei nostri capolavori".
Particolare attenzione sarà dedicata agli apparati didattici e informativi.
In programma anche alcune conferenze a latere, le date tra pochi giorni.
Interessante l'allestimento affidato all'arch. Attilio Gobbi che curerà anche l'allestimento della Pinacoteca "Lo spazio GAMeC è complesso perchè suddiviso in più stanze, ho dunque immaginato una sorta di parete continua. Le finestre saranno schermate, aperta sarà invece quella dell'ultima sala prospicente l'Accademia Carrara.
Nella sala 5 vi sarà inoltre un filmato che simulerà la visita alla Pinacoteca e allestiremo anche la "stanza test" che abbiamo utilizzato in questi mesi per lavorare sulle luci e gli altri accorgimenti allestitivi. Abbiamo cercato di rendere partecipe anche il pubblico alle fasi tecniche di riavvicinamento alla riapertura".

RISCOPRIRE LA CARRARA
Mantegna, Bellini, Raffaello e Moroni. Restauri e capolavori in dialogo
14 maggio  27 luglio 2014 Bergamo, Accademia Carrara  GAMeC via San Tomaso 53, Bergamo               Accademia Carrara
inaugurazione: martedì 13 maggio 2014 ore 18.00
orari di apertura martedì – domenica: 10.00 – 19.00   giovedì: 10.00 – 22.00  lunedì chiuso apertura straordinaria: lunedì 2 giugno
biglietti intero: € 5,00 ridotto: € 4,00 cumulativo con mostra GAMeC: € 6,00
info: t. +39 035 270272; www.accademiacarrara.bg.it  
orari di apertura martedì – domenica: 10.00 – 19.00   giovedì: 10.00 – 22.00  lunedì chiuso apertura straordinaria: lunedì 2 giugno
biglietti intero: € 5,00 ridotto: € 4,00 cumulativo con mostra GAMeC: € 6,00
info: t. +39 035 270272; www.accademiacarrara.bg.it

Nessun commento:

Posta un commento