Gustavo Dudamel apre il Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo

Gustavo Dudamel

E' stato il direttore venezuelano Gustavo Dudamel, sul podio dell’Orchestra Sinfonica di Goteborg, ad aprire la 51a edizione del Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo sabato 26 aprile al Teatro Donizetti di Bergamo.
Il programma – slegato dal tema russo del Festival 2014 ha previsto l’esecuzione del Poema sinfonico Till Eulenspiegel di Richard Strauss a cui è seguita la Sinfonia “Praga” di Mozart e, per la prima volta al Festival, la Sinfonia n. 2 di Sibelius.
Il Festival 2014 entrerà poi nel vivo seguendo come filo conduttore Rachmaninov e la Russia : "E' un tema innovativo - spiega il Direttore Artistico Pier Carlo Orizio - musicalmente interessante.
Uno dei Festival degli anni passati, meno capiti, fu dedicato alla Russia e a Rachmaninov, crediamo che ora il pubblico sia pronto. In passato il grande musicista russo veniva considerato un "minore" perchè coetaneo di Schonberg, veniva visto come un tardo - romantico: oggi sappiano che non è così. E' il momento di fare un'analisi storica, di riportare la sua musica pianistica tra quella dei grandi compositori di questo genere, originale e unica quale sa essere.
Dopo l'esordio affidato a Dudamel e alla prima esecuzione della Sinfonia n.2 di Sibelius, passeremo ad un recital imperdibile: al Festival sarà di nuovo il grande Grigory Sokolov. Anche qui ci discosteremo dal tema, ma ne varrà la pena perchè il pianista russo proporrà un approfondimento indimenticabile su Chopin (2 maggio Bergamo, 23 maggio Brescia). Tra gli altri solisti da non dimenticare Beatrice Rana, Federico Colli, Lilya Zilberstein, Mikhail Pletnev, Alexei Volodin".

Commenti