Gloria Campaner al Festival Pianistico, colpisce il suo Rachmaninov

Gloria Campaner 4 maggio 2013 Festival pianistico Internazionale Brescia e Bergamo
Gloria Campaner si abbandona ad un’interpretazione intesa per i Momenti musicali op. 16 di Sergej Rachmaninov per la parte più convincente del suo concerto a Bergamo. Agile, veloce, pulita nel suono, la Campaner ottiene il meglio proprio su Rachmaninov e Claude Debussy Clair de lune dalla Suite bergamasque. Interessante anche la chiusura con Jean Françaix Pour les dames sentimentales, meno convincente la Sonata  in mi minore Hob. Xvi n.32 di Franz Joseph Haydn.
Il festival ha offerto dunque un altro appuntamento musicale di altissimo livello, ma al pubblico bergamasco sta proponendo anche un’ interessante occasione legata all’arte fotografica.
Nel Ridotto Gavazzeni del Teatro Donizetti trova infatti ospitalità fino a tutto maggio la mostra fotografica di Qin Yuhai Acqua. Una mostra legata al tema La musica dell’acqua e al legame con l’oriente che ha catatterizzato alcune delle ultime edizioni di questi 50 anni di Festival : “Questa mostra è la testimonianza per esprimere gratitudine all’acqua e al significato che ha per me – dice l’artista più che fotografie queste sono la cristallizzazione del mio tentativo di catturare l’anima e lo spirito dell’acqua insime alla mia deferenza di fronte ad essa”.
Approfondimenti  www.festivalpianistico.it/la-mia-acqua