Filippo Gorini, studente dell'Istituto Musicale Donizetti trionfa a Mosca

Lo scorso 27 aprile per la prima volta uno studente italiano ha vinto il prestigioso Festival Neuhaus per giovani pianisti del Conservatorio di Mosca. A raggiungere questo brillante traguardo è stato Filippo Gorini, anni 17, allievo dell'ISSM Donizetti di Bergamo, dove frequenta il terzo anno del triennio accademico di pianoforte studiando sotto la guida di Maria Grazia Bellocchio.
Il Festival, giunto alla IV edizione, si tiene ogni cinque anni. Dedicato alla memoria del grande pianista e didatta russo Heinrich Neuhaus, si rivolge a giovani pianisti di età non superiore a diciotto anni e comprende un durissimo concorso oltre a una serie di masterclass con docenti di massimo prestigio. Per l'edizione di quest'anno sono stati 87 i candidati, provenienti da Russia, Uzbekistan, Italia, Kazakistan, Repubblica Ceca, Ukraina, Vietnam, USA, Canada, Polonia, Serbia, Azerbaijan. Solo 28 sono stati ammessi al festival vero e proprio dopo la preselezione, che avveniva inviando una registrazione. Ripartiti in tre categorie per età, sono stati giudicati da una prestigiosa commissione composta dai maestri V. Gornostaeva, A. Diev, B. Petrushansky, E. Andjaparidze, A. Kobrin, M. Kultyshev, V. Tropp. A sei concorrenti è stato conferito il premio, un soggiorno di dieci giorni a Parigi e Londra con concerti nelle due grandi capitali, oltre ad ulteriori concerti a Mosca tra il 2012 e il 2017.
Filippo è stato ammesso grazie alla sua registrazione dei "Tre Movimenti da Petrushka" di Stravinsky, e ha poi suonato all'audizione, tenutasi nella Sala Rachmaninov del Conservatorio di Mosca, la Sonata op.110 di Beethoven e la Ballata in Fa Minore no.4 op.52 di Chopin. Si è svolta domenica la solenne cerimonia di premiazione con concerto dei vincitori nella prestigiosa Sala Grande del Conservatorio di Mosca.