Giulio Albrigoni lo stato delle cose



Il prossimo 10 marzo si inaugura, presso gli spazi espositivi del Palazzo Comunale di Seriate, la mostra del pittore Giulio Albrigoni (Bergamo 1953).
L’esposizione, a cura di Enrico De Pascale, è in assoluto la prima personale dell’artista, docente di Discipline Pittoriche presso il Liceo Artistico Statale di Bergamo, istituto che ha frequentato come studente sotto la guida di docenti come Erminio Maffioletti, Mario Cornali, Umberto Tibaldi. 
La mostra allinea una trentina circa di dipinti e disegni, la maggior parte dei quali progettati e realizzati per l’occasione, a misura degli spazi espositivi della Sala “Virgilio Carbonari”.
La ricerca artistica di Albrigoni, sviluppatasi in modo appartato e ininterrotto per circa quarant’anni, si configura come una riflessione per immagini sui processi di trasformazione che operano incessantemente attorno e dentro l’uomo; in particolare, sulle idee di nascita e di morte intese come momenti cruciali che aprono e chiudono l’esistenza di ogni cosa: di un organismo, di una civiltà o di un sogno. Il suo repertorio di immagini, declinato in una lingua pittorica sontuosa, di grande qualità inventiva e formale, svaria dalla figura umana, al paesaggio, alla natura morta, con inquadrature e soluzioni compositive che ne accentuano il respiro epico. La sua ricerca pittorica si dispiega di preferenza sulle grandi superfici (tele, tavole, fogli) concepite come altrettante tessere di un’unica, ininterrotta sequenza, quasi fotogrammi di un film intimamente e poeticamente autobiografico.

10-30 marzo 2013
Sala Espositiva “Virgilio Carbonari “
Palazzo del Comune
Piazza Alebardi, 1 Seriate (Bergamo)
presentazione domenica 10 marzo 2013
ore 10.30 presso la Biblioteca Civica
“Giacinto Gambirasio” Villa Guerinoni, via Italia, 58 Seriate
seguirà inaugurazione presso il Palazzo del Comune
INGRESSO LIBERO CATALOGO IN MOSTRA
Orari: mercoledi > sabato 16.00-19.00 domenica 10.30-12.00 / 16.00-19.00

Commenti