Verba Manent le parole ancora protagoniste al Teatro Sociale

E’ impossibile conoscere gli uomini senza conoscere la forza delle parole”.
Confucio


E’ questa la frase scelta dall’Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Claudia Sartirani per presentare la sezione autunnale della rassegna Verba Manent. La forza delle parole.

L’iniziativa, giunta ormai alla seconda fase d’incontri dopo quelli invernali e primaverili, invita gratuitamente il pubblico ad incontrare personaggi del mondo della cultura, del teatro, della politica, del giornalismo per vivere incontri costruiti attorno al dialogo e allo scambio reciproco.

“Non è sempre facile  - ha spiegato l’Assessore – trovare una formula che riesca ad avvicinare il pubblico, in particolare quello giovanile, ma la prima parte della rassegna ci ha dato risultati positivi. E’ una manifestazione costruita attorno alla voglia di far crescere la città, di accantonare la mediocrità, e la città stessa ha risposto segnalando la voglia di diventare sempre più colta”.

Tutti gli nuovi incontri di Verba Manent si terranno al Teatro Sociale in Città Alta e prenderanno il via lunedì 17 settembre, alle 21 (prenotazioni già aperte) con il poeta Valerio Magrelli : “Con lui – spiega il direttore artistico della Stagione di Prosa e di Casa delle Arti Giuliano Ceccarelli – proveremo a capire perché la poesia sia ancora necessaria oggi. Cercheremo di comprendere come la poesia oggi entri in contatto con il mondo giovanile, a volte inaspettatamente attraverso  blog e altre fonti informatiche, e come essa possa aiutare a leggere le dinamiche del mondo”.

Si proseguirà il 29 ottobre con una mattinata (inizio ore 10) rivolta soprattutto ai giovani. Protagonsita il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso : “E’ un grande personaggio del nostro Paese e presentando il suo ultimo libro cercherà un dialogo con i nostri ragazzi”.

Vittorino Andreoli sarà a Bergamo il 25 novembre , ore 21, per dialogare attorno a La fatica di vivere in una società smarrita : “Andreoli – aggiunge Ceccarelli  ha la capacità di rendere accessibili temi molto complessi e il suo sarà un incontro certamente interessante”.

A chiudere il ciclo il 1 dicembre, ore 21, l’attrice Veronica Pivetti : “E’ una chiusura – prosegue ancora Ceccarelli  apparentemente più leggera. In realtà andremo a scoprire una donna capace di raccontarsi anche dietro le quinte. Con intelligenza ed ironia Pivetti ha la capacità di passare da un ruolo allegro ad uno impegnato, ma con la stessa intelligenza e con molta sensibilità si offrirà al pubblico per parlare anche delle donne e della vita delle donne di successo”.

Calendario

17 settembre ore 21 Valerio Magrelli      A che serve la Poesia?

(prenotazioni già aperte)

29 ottobre ore 10 Pietro Grasso              Il cammino verso un Paese senza mafie

25 novembre ore 21  Vittorino Andreoli  La fatica di vivere in una società smarrita

1 dicembre ore 21    Veronica Pivetti        Io Veronica. Vivere, ridere, piangere

Ingresso libero con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti inviando una e-mail a cobespa@cobespa.it

informazioni 035/234396