giovedì 5 luglio 2012

Baveno: al via il Festival Giordano


Giovanni Sollima

Prende oggi il via il quindicesimo Fesival Umberto Giordano in programma a Baveno, sul Lago Maggiore, fino al 15 luglio.

La rassegna musicale, organizzata dall’amministrazione comunale di Baveno, sotto la direzione artistica di Raffaella Valsecchi, si conferma manifestazione di riferimento per l’esecuzione, lo studio e l’approfondimento dell’opera del compositore a cui è intitolato ed è uno degli appuntamenti più prestigiosi dell'estate sul Lago Maggiore.

Il Festival dei quindici anni s’intitola Come d’incanto ...: quello che provo ogni volta che torno sul Lago, io che non ci vivo; quello che fa di Baveno un centro di attrazione turistica di caratura internazionale, fin dal 1800 e forse ancora più indietro nel tempo.

L’attenzione si è spostata: dal compositore al territorio. Il Festival nasce per Baveno, per i suoi luoghi, le sue chiese, le sue piazze, i suoi giardini, i suoi musei ... la sua gente. Poi porta la dedica a Umberto Giordano, che scelse quegli stessi luoghi per dimorarvi. La sua musica non è dimenticata -ogni anno almeno due appuntamenti la ripropongono-, ma è parte di una programmazione più ampia, al fianco di altra musica, adatta a risuonare nelle chiese, nelle piazze, nelle cave, nei giardini, nei musei di Baveno

Il festival musicale “Baveno Festival Umberto Giordano” è nato in occasione del centenario della prima rappresentazione di Fedora (1898) e del cinquantenario della morte del compositore (1948), il quale trascorreva lunghi periodi di lavoro e vacanza a Baveno nella sua splendida Villa Fedora. Sorto come manifestazione interamente dedicata ai musicisti del periodo a cavallo fra Ottocento e Novecento, agli autori post-verdiani e ai loro contemporanei europei e americani, in seguito il Festival ha esteso il suo interesse a tutti i generi musicali del secolo scorso, alla poesia e ad altre forme d’arte e spettacolo.

Protagonista quest’anno l’incanto, con la magia del Lago, sarà l’elemento centrale della manifestazione.

Tra gli interpreti nomi importanti come quello di Gemma Bertagnolli a Giovanni Sollima, invitati ad esibirsi in luoghi inconsueti, non deputati al fare musica, come le cave di granito.

Il Festival si snoderà, dunque, attraverso percorsi artistici eterogenei: dall’omaggio a Umberto Giordano con il concerto in forma scenica dei vincitori del Concorso Lirico Internazionale “U. Giordano” di Foggia (edizione 2011) e l’esibizione del Corpo Musicale di Baveno, alla celebrazione di grandi compositori quali Claude Debussy (per i 150 anni dalla nascita) e Georg Friedrich Haendel; dallo spazio dedicato alle musiche dal mondo alla sezione riservata alla Fedora di Giordano.

Caratteristica del Festival, come negli ultimi anni, è l’abbinamento del momento musicale ad eventi di carattere e natura diversa: uno di questi sono le installazioni multimediali, curate da Sebastiano Romano, anch’esse dedicate quest’anno all’incanto e alla magia del Lago.

Spazio anche ai più piccoli con il laboratorio di formazione musicale e artistico-scenografica, destinato ai bambini e ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado di Baveno, che verranno coinvolti nell’esecuzione e nella realizzazione delle scenografie della celeberrima pagina di Sergej Prokof’ev Pierino e il lupo.

Novità dell’edizione 2012, una masterclass dedicata all’interpretazione del repertorio napoletano, classico e profano, condotta da Gemma Bertagnolli e da Claudio Astronio.

L’apertura ufficiale del Festival sarà venerdì 6 luglio alle ore 21.15 presso la Sala Tiffany del Regina Palace Hotel di Stresa con il concerto Come d’incanto…Viaggiando intorno al mondo, dedicato alle musiche dal mondo, che vanterà la presenza dei giovani musicisti del Discovery Ensemble, con Luigi Palombi e Giovanni Agosti al pianoforte e sotto la direzione del M° Luigi Di Fronzo. Chiusura, domenica 15 luglio alle ore 21.15 presso le cave di Baveno, già lo scorso anno protagoniste di un suggestivo concerto, con l’esibizione di due grandi violoncellisti: Giovanni Sollima e Monika Leskovar. In mezzo, una lunga serie di eventi, concerti e appuntamenti che seguiranno i temi dell’edizione 2012 del Baveno Festival.


                

Per info: www.festivalgiordano.it                                                      

                       


                                                          

Nessun commento:

Posta un commento