martedì 7 febbraio 2012

A Bergamo Verba Manent: la forza delle parole


Verba manent. La forza delle parole è la nuova iniziativa dell’Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Bergamo che intende capovolgere i significati di quell’adagio “Verba volant. Scripta manent” abitualmente teso a sottolineare il maggior peso di quanto messo per scritto, rispetto a quanto riportato oralmente.

La rassegna al via il 25 febbraio alle 18 intende colpire il pubblico con la forza delle parole come espressione dell’esperienza di rappresentanti eccellenti del mondo della cultura, dell’arte, del teatro, della filosofia, del giornalismo.

“L’Assessorato alla Cultura  - spiega Luigi Giuliano Ceccarelli Direttore artistico Stagione di Prosa del Teatro Donizetti e La Casa delle Arti-Teatro Sociale – ha già organizzato degli eventi culturali legati al mondo della parola che, sorprendentemente, sono sempre riusciti ad attrarre l’attenzione di un pubblico trasversale. Da questa osservazione sull’importanza della parola quando si fa testimonianza, riflessione, evocazione, e dall’osservazione del valore liberatorio del logos, del pensiero che come nell’antica grecia fluisce dai Maestri ai discepoli, nasce Verba Manent; un mettere nei giovani in gioco le scelte di una vita, parole che possono portare lontano". 

Sul palco del Teatro Sociale  saliranno per la rassegna i grandi nomi della cultura, dello spettacolo, dell’arte e dello sport. Maestri molto diversi per storie personali e discipline, ma uniti dall’eccezionalità delle loro carriere, delle loro capacità. Uomini un po’ particolari che saranno a disposizione del pubblico per raccontare, provocare, rispondere alle domande in un momenti di incontro tra chi fa cultura e tra chi la recepisce. Una serie di appuntamenti mensili che diventeranno palestra per la mente.

Verba Manent è dunque una serie di incontri-conferenza che coinvolgono protagonisti del mondo della cultura, dello spettacolo, della scienza, dell’arte, dello sport. Gli incontri si svolgeranno nell’arco del 2012 presso il Teatro Sociale di Bergamo Alta o in luoghi di equivalente livello artistico, e saranno offerti gratuitamente alla Città . Gli appuntamenti individuali o a più voci, intercalati dalla proiezione di contributi audiovisivi, termineranno con un’interfaccia con il pubblico che potrà approfondire la conoscenza di un personaggio, della sua opera, del suo lavoro e del suo pensiero su temi attuali o generali, a partire da un particolare tema.

Il progetto è sviluppato dall’Assessorato alla Cultura e Spettacolo della Città di Bergamo ed è realizzato grazie al contributo di Ubi - Banca Popolare di Bergamo. In occasione di ogni appuntamento non verrà chiesto il pagamento di un biglietto, ma una libera offerta, finalizzata alla realizzazione di un progetto benefico, volta a legare la cultura a momenti di concreta solidarietà.

Calendiario iniziale

25.02 ore 18 TEATRO SOCIALE BERGAMO ALTA

attore, critico d’arte

GIORGIO ALBERTAZZI e CLAUDIO STRINATI

Viaggio intorno a Picasso: il ‘900 del teatro e il ‘900 delle arti figurative.

In concomitanza con lo spettacolo “Cercando Picasso” in scena al Teatro Donizetti dal 21 al 26 febbraio 2012.

06.03 ore 20 TEATRO SOCIALE BERGAMO ALTA

filosofo, saggista, psicoanalista

UMBERTO GALIMBERTI

Le figure del tempo. L’uomo 2.0 e la tecnologia tra pubblico e privato.

In collaborazione con il XIX Corso di Filosofia, promosso dall’Associazione Culturale Noesis.

03.04 ore 20 TEATRO SOCIALE BERGAMO ALTA

filosofo

EMANUELE SEVERINO

Gli abitatori del tempo.

21.05 ore 21 TEATRO SOCIALE BERGAMO ALTA

attore

SILVIO ORLANDO

Essere cinema e teatro in Italia.

04.06 ore 10 TEATRO SOCIALE BERGAMO ALTA

direttore del Corriere della Sera

FERRUCCIO DE BORTOLI

Il rapporto tra mercato, informazione e il cittadino.


Ingresso libero fino a esaurimento posti con prenotazione obbligatoria.

Informazioni: 035.4160601/602/603 www.teatrodonizetti.it/teatrosociale

Teatro Sociale: Via Colleoni, 4 _ Bergamo Alta

Nessun commento:

Posta un commento