Solo Goldberg: musica e corpo al Teatro Sociale

Prosegue la serie di spettacoli ospitata dalla rassegna La Casa delle Arti - Stagione 2011-2012 - a Bergamo presso il Teatro Sociale che ospita mercoledì 7 dicembre alle ore 21.00 l’ultimo appuntamento della rassegna “Interferenze. Teatro Vivo”, realizzato in collaborazione con il Teatro Tascabile di Bergamo.

In programma Solo Goldberg Improvisation della Compagnia Virgilio Sieni, spettacolo che è emblema e simbolo delle ricerche sul corpo e sul linguaggio della danza compiute da Sieni stesso.

La rassegna prende il nome dalla XIII edizione de IL TEATRO VIVO, progetto di Alti Studi teatrali che quest’anno affronta il tema delle interferenze tra teatro e danza.

Mercoledì 7 dicembre 2011, ore 21.00 SOLO GOLDBERG IMPROVISATION di Virgilio Sieni musiche J.S. Bach, Variazioni Goldberg luci Marco Santambrogio con Virgilio Sieni (danza) e Riccardo Cecchetti (pianoforte) produzione Compagnia Virgilio Sieni in collaborazione con Fondazione Teatro A. Ponchielli Cremona e Festival Oriente Occidente.


Solo Goldberg Improvisation rappresenta il manifesto dell’arte coreografica di Virgilio Sieni, emblema delle sue ricerche sul corpo e sui linguaggi della danza e dell’arte, sempre tese nello sforzo di oltrepassare gli approdi formali e le codificazioni. La musica di Bach definisce una sorta di architettura immateriale dello spettacolo in cui il danzatore si iscrive, impegnato a ripensare continuamente il proprio corpo e a tracciare un articolato percorso di figure prostrate, tratte dall’arte italiana dal Trecento al Seicento. «Non vi è percorso nelle Variazioni Goldberg di Bach. Allo stesso tempo uso il termine improvisation per definire questo lavoro non fondato sull’improvvisazione ma sul riconoscimento e il rinnovamento. Certo, improvviso. Mi lascio cogliere da quella che non è mai una sorpresa ma un divenire impercettibile nell’atto dell’esserci. Spoglio il corpo, o almeno tento di spogliare il corpo di quelle pratiche che comunque appaiono nel segno della danza, e nel canone sacro della musica finalizzata alla costruzione di una città aurea, vero sogno, vera realtà. Sbrandello con rigore il corpo, fissandomi con fatica e dolore tutte le volte, così come con leggerezza e voglia di attraversamento (di essere attraversati da qualcos’altro) sul senso di sparizione: muoversi per sparire, far pesare il corpo per lasciare solo orme e tracce. Pensoche le Variazioni Goldberg non siano un invito alla danza, ma un atto di riflessione e introspezione dove niente appare se non un corpo "spellato". Ecco che questo lavoro mi appare come un manifesto, qualcosa di più di un vocabolario di percorso, un atto sulle debolezze, le imperfezioni, lo sforzo, le pieghe e le polveri, qualcosa che vuol trapassare il corpo per donarsi alla figura, qualcosa che rende il corpo pagliaccio tragicomico dell’oggi».

Virgilio Sieni, coreografo e danzatore, si è formato studiando danza classica e contemporanea ad Amsterdam, New York e Tokyo. Nel 1983 ha fondato la compagnia “Parco Butterfly”, poi trasformata nel 1992 nella “Compagnia Virgilio Sieni”, attualmente una delle principali realtà coreografiche italiane. Riccardo Cecchetti, pianista e fortepianista, è stato membro fondatore di vari gruppi cameristici fra cui il trio “Voces Intimae”, con il quale tiene concerti in tutto il mondo.

BIGLIETTO UNICO: EURO 8,00