Lo Schiaccianoci chiude il Bergamo Musica Festival 2011


E’ una fiaba di Natale quella scelta dal Bergamo Musica Festival per chiudere la stagione 2011. L’ultimo spettacolo, andato in scena il 23 e 24 dicembre, interpretato dal Balletto di Mosca La Classique ha immerso gli spettatori nella celeberrima fiaba Lo Schiaccianoci musicata da Ciaikovskij.

La compagnia, come è dichiaratamente nella sua filosofia fin dalla fondazione, ha proposto uno spettacolo costruito attorno alla valorizzazione dei canoni coreografici dettati da Marius Petipa.

Le scenografie ricordavano l’arte del lubok russo (stampe popolari), semplici e di facile comprensione. I costumi si proponevano vivaci e ricchi di riprese naif delle tradizioni regionali e nazionali con  lustrini e pizzi in abbondanza, apprezzati dal pubblico.

Le coreografie si sono dimostrate interessanti nei quadri dei protagonisti. Nadejsa Ivanova l’eroina Clara alle prese con l'eterno conflitto tra sogno e realtà, e il Principe Andreij Shalin si sono distinti come interpreti di livello, supportati anche da una buona condizione fisica. Più semplicistiche le coreografie  di gruppo (assenti le diagonali) in genere abbastanza statiche e  impostate in una serie di quadri separati, predisposti anche per l’applauso del pubblico, con un risultato un po’ datato.

Un appunto può essere poprio questo: pur nel buon risultato dell’insieme non abbiamo trovato quella verve originale, vitale e grintosa che rende unico il capolavoro di Ciaikovskij.