Circuito Case Museo di Milano

Il Museo Bagatti Valsecchi, Casa Boschi di Stefano, Villa Necchi Campiglio e il Museo Poldi Pezzoli, le quattro Case Museo di Milano, in occasione delle feste natalizie suggeriscono per i vostri regali la Case Museo Card: un’idea originale a sostegno della cultura.
Un’insolita “strenna” che offre a chi la riceve la possibilità di essere ospite delle quattro Case Museo di Milano. La visita a queste splendide dimore è un’esperienza indimenticabile che permette di conoscere le storie dei loro proprietari, ammirare capolavori di scultura, pittura e arti applicate e approfondire la storia della città di  Milano e del collezionismo del XIX e del XX secolo.
Quatto dimore, quattro racconti, quattro esperienze indimenticabili con un’unica card.

La Case Museo Card ha validità di dodici mesi e consente un ingresso in ciascuna delle quattro Case Museo.
Per il Natale 2011 la card è disponibile in una duplice veste:
- la Case Museo Card inserita in un biglietto d’auguri (Prezzo 15 euro).
- la Case Museo Card abbinata al City Notebook Moleskine edizione speciale Circuito Case Museo di Milano MOLESKINE, una guida alla città che mette al primo posto l'esperienza personale di ogni visitatore, residente o turista, con in più tutte le informazioni utili sulle Case Museo del Circuito e sui personaggi che le hanno abitate. (Prezzo 25 euro)
La Case Museo Card e la Case Museo Card + City Notebook Moleskine edizione speciale Circuito Case Museo di Milano MOLESKINE sono in vendita presso i bookshop del Museo Poldi Pezzoli, del Museo Bagatti Valsecchi, di Villa Necchi Campiglio.
Con la Case Museo Card sarà inoltre possibile visitare le mostre in corso nelle singole
Case Museo:
- Museo Poldi Pezzoli – Mostra “Gian Giacomo Poldi Pezzoli. L’uomo e il collezionista del Risorgimento” – dal 12 novembre 2011 al 13 febbraio 2012
- Museo Bagatti Valsecchi – Mostra “Guardiani”, selezione di immagini fotografiche tratte dal lavoro di Davide Pizzigoni dedicato ai custodi dei musei – dal 25 novembre 2011 al 05 febbraio 2012
- Villa Necchi Campiglio – dal mercoledì alla domenica visite guidate alla scoperta delle stanze della Villa

Il Circuito delle Case Museo di Milano
Accomunate dalla generosità e dal senso civico dei loro fondatori, che hanno messo a disposizione della collettività le loro abitazioni e le opere d’arte, le quattro realtà espositive sono oggi luoghi affascinanti in grado di raccontare un tassello della storia della città; un racconto assolutamente speciale, unico. Perché le Case Museo restituiscono a chi le visita, oltre alle opere e agli ambienti, una storia personale che riflette quella collettiva.
Il circuito, nel rispetto delle autonomie e delle identità di ciascuna istituzione, si prefigge di:
1. promuovere la conoscenze dell’evoluzione e della trasformazione della città di Milano avvenute nel corso di quasi due secoli di storia (XIX e XX sec.), attraverso una proposta culturale inedita;
2. valorizzare l’identità di ciascuna realtà museale e delle collezioni in essa conservate in funzione del periodo storico che ognuna è chiamata a rappresentare;
3. elaborare un progetto che diventi modello di riferimento metodologico internazionale.

Una chiave – è questo il logo identificativo - apre simbolicamente le “porte delle case”, mentre quattro specifici itinerari di visita illustrano non solo le peculiarità architettoniche e le decorazioni interne di ciascun museo - derivanti dai ruoli familiari, dal gusto, dalla ricchezza e dalla classe sociale dei padroni di casa - ma suggeriscono anche gli intrecci tematici, i collegamenti storici e temporali comuni.

I servizi
Il sito www.casemuseomilano.it fornisce informazioni sulla storia e sulle collezioni delle quattro istituzioni e altre notizie utili per il visitatore. Presso tutte le Case Museo è disponibile materiale divulgativo in diverse lingue, fra cui una brochure illustrativa e un volantino con informazioni pratiche, rivolto a tutti i visitatori, ai turisti e alle scuole.
Il futuro del Circuito delle Case Museo di Milano si configura come una proposta culturale e didattica completa, che si articola nell’organizzazione di mostre e attività culturali, nella predisposizione di strumenti didattici e nell’elaborazione di progetti di studio e di ricerca comuni per fornire un modello di riferimento metodologico a livello interregionale, nazionale e internazionale.