Al via il Bergamo Musica Festival 2011

Gemma di Vergy e Maria di Rohan: due titoli donizettiani di assoluta bellezza eppure rari nei cartelloni dei teatri europei, capolavori che il pubblico dei melomani potrà riascoltare grazie al Bergamo Musica Festival 2011.

Il cartellone della rassegna, incorniciato ad oltre cinquanta eventi collaterali presentati il 3 settembre scorso tra le mura della Casa Natale di Gaetano Donizetti, propone infatti Gemma di Vergy (16 e 18 settembre) e Maria di Rohan (7 e 9 ottobre) a precedere La Cecchina ossia La Buona Figliola (18 e 20 novembre), Madama Butterfly (25, 27 novembre), e i balletti La Cenerentola da Rossini (10 e 11 dicembre) e Lo Schiaccianoci (23 e 24 dicembre).

E’ importante sottolineare che le prime due opere del programma 2011, considerando i prossimi due anni in tutta Europa, verranno messe in scena unicamente a Bergamo : “Il Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti - spiega il Direttore Artistico Francesco Bellotto - giunge alla sesta edizione: abbiamo lavorato molto per far crescere il consenso della critica e la partecipazione del pubblico. Ci siamo riusciti, e i numeri lo dimostrano, perché i titoli proposti si sono caratterizzati per originalità, qualità degli allestimenti, rigore della ricerca scientifica”. Il Bergamo Musica Festival ha infatti una peculiarità che lo contraddistingue rispetto a manifestazioni analoghe: l’istituto di ricerca e l’ente produttore coincidono : “La Fondazione Donizetti – prosegue Bellotto - in questo modo può seguire tutte le fasi di lavorazione, dalla preparazione dei “testi” fino al lavoro sul palcoscenico: un esempio concreto di ricerca applicata. Ad esempio Gemma di Vergy verrà proposta in una nuova edizione che parte dalla revisione dell’autografo donizettiano custodito nell’Archivio Ricordi”.



A fianco degli spettacoli principali il Festival si caratterizza davvero come tale grazie ad una ricca schiera di eventi collateriali e approfondimenti che vanno dalle proiezioni cinematografiche, alle guide all’ascolto, dalle letture, alle conferenze, fino alla presentazione di libri ed edizioni : “Seppur stiamo attraversando un momento terribile, con ben 550 mila euro in meno rispetto al budget dell’anno scorso, il lavoro di tutto lo staff ci ha portati a poter offrire anche questa volta un ricco calendario di eventi collaterali. Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere la città, di creare una rete capace di valorizzare i titoli lirici e di balletto in modo che non restino episodi isolati. Abbiamo instaurato rapporti di collaborazione importanti sul territorio e tra di essi vorrei sottolineare quello con l’Istituto Musicale Gaetano Donizetti per la nuova rassegna che presso Casa Natale che prevede concerti aperti al pubblico tenuti dagli allievi e dai maestri del Conservatorio. In questo modo la città potra conoscere i giovani talenti e per ci sarà la possibilità di esibirsi. E’ unprogetto che riprende lo puro spirito di Mayr e del suo progetto educativo”.

Da questa edizione il Bergamo Musica Festival offrirà agli appassionati un nuovo strumento per tenersi sempre informarti, approfondire la propria preparazione e per seguire da vicino la vita del Festival : “Sarà attivo il nuovo sito internet www.bergamomusicafestival.it (da metà settembre) dove si troveranno news quotidiane attorno agli spettacoli, vi sarà il calendario degli eventi sempre aggiornato,le note di regia, i programmi di sala e molti altri approfondimenti. Abbiamo deciso di investire su questo strumento per avere voce nel grande mondo di internet e spiegare il perché di alcune scelte artistiche, musicali e di regia”.

La Fondazione Donizetti ha inolte presentato le nuove edizioni e pubblicazioni, come spiega il Direttore Scientifico Paolo Fabbri : “La Fondazione Donizetti di Bergamo è un ente di ricerca, di conservazione bibliografica e museale, di disseminazione culturale: ma è anche un marchio editoriale, sotto il quale vedono la luce le pubblicazioni da essa promosse. Nel corso degli anni, il suo catalogo si è andato arricchendo di titoli a vario raggio, gli ultimi incrementi delle collane che costituiscono i pilastri fondamentali dell’attività di ricerca sono: la pubblicazione della partitura di Betly nel quadro dell’Edizione Nazionale delle Opere di Gaetano Donizetti, realizzata in collaborazione con Casa Ricordi, mentre Maria di Rohan è alle sue fasi conclusive. Mi piace segnalare che questo avviene a ridosso della rappresentazione di quest’opera nel Bergamo Musica Festival 2011, a ribadire lo strettissimo legame tra questa manifestazione e l’attività di ricerca della Fondazione stessa. Abbiamo anche la pubblicazione del vol. II (dedicato agli anni 1805-1810) del Carteggio Mayr, premessa indispensabile alla futura pubblicazione dell’Epistolario donizettiano”. Fabbri ha inoltre riservato un approfondimento alla collana dei Quaderni della Fondazione, che accompagna gli spettatori del Festival fornendo materiali per accostarsi con maggior consapevolezza ai titoli opersitici in programma : “La serie ha raggiunto nel 2010 il ragguardevole numero 25, e verrà quest’anno arricchita dei nn. 26, 27, 28, 29”.

Il Bergamo Musica Festival e il Teatro Donizetti diventano quindi scenario d’incontro per la città, così come spiega l’Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Claudia Sartirani : “Dalla Casa Natale ai due Teatri, Donizetti vive in diversi luoghi di Bergamo, simbolo identitario intorno a cui ci riconosciamo bergamaschi. Anche all’estero lo sanno: la sua musica, infatti, si è fatta negli anni veicolo attraverso cui far viaggiare nel mondo il nome della nostra Città. Il Teatro Donizetti può davvero diventare il luogo dove i cittadini non soltanto si riconoscono, si incontrano e si confrontano stimolati dai programmi proposti dal cartellone”.
GLI EVENTI COLLATERALI

A fianco degli spettacoli principali il Festival si caratterizza davvero come tale grazie ad una ricca schiera di eventi collateriali e approfondimenti che vanno dalle proiezioni cinematografiche, alle guide all’ascolto, dalle letture, alle conferenze, fino alla presentazione di libri ed edizioni. Programma su www.bergamomusicafestival.it (attivo da metà settembre).

Il festival in video : dall’edizione 2011 del BMF è nata la rassegna Festival in video presso la Casa Natale di Gaetano Donizetti, in via Borgo Canale nel cuore di Città Alta. Il programma offre agli appassionati la proiezione di tutti i dvd dei titoli donizettiani prodotti dal Festival in questi anni, registrati presso il Teatro Donizetti ed ora disponibili per le etichette Dynamic, Naxos e Bongiovanni. Titoli cinematografici come Senso di Luchino Visconti e Il cavaliere del sogno di Camillo Mastrocinque arricchiscono il percorso tematico del Festival 2011 “Donizetti fratello d'Italia”. La rassegna si svolge il sabato e la domenica presso la Casa Natale di Gaetano Donizetti in Borgo Canale.

Concerti: da quest'anno inoltre la Casa Natale di Gaetano Donizetti, in via Borgo Canale nel cuore di Città Alta, ospita la Rassegna Concertistica organizzata in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Donizetti” di Bergamo che prende il nome di “Giovani talenti/Allievi e Maestri in concerto”. Nel corso degli appuntamenti il pubblico potrà ascoltare i docenti e i migliori discenti dell'istituzione in cui Gaetano Donizetti ebbe modo d'istruirsi nell'arte musicale sotto la guida di Giovanni Simone Mayr. Quest'anno la rassegna oltrepasserà i consueti limiti temporali del Festival, arrivando -con cadenza quindicinale- fino al mese di Febbraio e animando i finesettimana in Casa Natale. Il Festival propone usualmente anche altri importanti concerti che arricchiscono l'offerta musicale nel nome di Donizetti e del tema del cartellone. Eventi e prospettive di approfondimento danno vita a concerti dai programmi mirati o monografici. Elemento fondamentale del Festival è naturalmente la celebrazione del compleanno del compositore con un appuntamento lirico-sinfonico il 29 novembre, Dies natalis del genio bergamasco.

Caffè del Teatro, Guide all’ascolto, Convegni, Incontri :nell’avvicinarsi alle date delle rappresentazioni non può mancare il tradizionale appuntamento con il Caffè del Teatro alle ore 18.00 del giovedì antecedente la Prima nell’elegante cornice del Salone Riccardi del Teatro Donizetti. La storica rassegna è dedicata all’approfondimento dei titoli in cartellone. Ogni appuntamento è scandito in due momenti: un concerto da camera ed una conferenza d’introduzione all’opera tenuta da esperti, giornalisti o artisti. Introduce e coordina gli incontri Paolo Fabbri, Direttore Scientifico della Fondazione Donizetti. Al termine dei Caffè del Teatro gli interpreti presenti, i responsabili dell'allestimento, lo staff della Fondazione e il Direttore Artistico del Festival incontrano il pubblico tra gli affreschi della sala Missiroli, scambiando il brindisi di rito: pretesto per raccontarsi le prime impressioni, anticipare qualche dettaglio del nuovo spettacolo e poter colloquiare liberamente di arte e teatro. Il ciclo Guide all’ascolto che il Festival realizza presso la Biblioteca Tiraboschi si svolge i giovedì sera alle ore 20.30 nella settimana antecedente alla Prima. In questi incontri un esperto della Fondazione Donizetti guida il pubblico verso un sguardo drammaturgico dell’opera in programma: come da tradizione ormai consolidata le Guide all’ascolto vedono sempre la presenza dei registi dei titoli in cartellone, impegnati a raccontare al pubblico la loro lettura della partitura. Il calendario degli eventi collaterali del Bergamo Musica Festival prevede inoltre, attorno alla parte monografica del cartellone, convegni ed incontri: conferenze, giornate di studio, lezioni di approfondimento costruiti attorno al tema della rassegna.

BERGAMO MUSICA FESTIVAL GAETANO DONIZETTI

Edizione 2011

Teatro Donizetti

Venerdì 16 settembre ore 20.30 e Domenica 18 settembre ore 15.30 Gemma di Vergy . Tragedia lirica in due atti di Emanuele Bidera Musica di Gaetano Donizetti Nuova edizione riveduta sull’autografo a cura della Fondazione Donizetti

Venerdì 7 ottobre ore 20.30 e Domenica 9 ottobre ore 15.30 Maria di Rohan. Melodramma tragico in tre atti di Salvadore Cammarano Musica di Gaetano Donizetti Edizione Critica Ricordi-Fondazione Donizetti a cura di Luca Zoppelli

Donizetti Venerdì 18 novembre ore 20.30 Domenica 20 novembre ore 15.30 La Cecchina ossia La Buona figliola . Opera giocosa in due atti di Carlo Goldoni Musica di Niccolò Piccinni

Venerdì 25 novembre ore 20.30 Domenica 27 novembre ore 15.30 Madama Butterfly .Tragedia giapponese in tre atti di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa Musica di Giacomo Puccini

Sabato 10 dicembre ore 20.30 e Domenica 11 dicembre ore 15.30 La Cenerentola . Balletto in due parti di Giorgio Madia ispirato alla favola di Charles Perrault Musica di Gioachino Rossini

Venerdì 23 dicembre ore 20.30 e Sabato 24 dicembre ore 15.30 Lo schiaccianoci. Balletto in due atti su libretto di Petipa Musica di Pëtr Il’ič Čaikovskij Direttore d’orchestra Kostantin Khvatiniets Coreografia Alexander Vorotnikov Balletto di Mosca Teatro La Classique diretto da Elik Melikov Orchestra Filarmonica Italiana Coproduzione Fondazione Teatro Coccia di Novara Bergamo Musica Festival Gaetano Donizetti