Una Figlia perfetta

Ieri sera al Teatro Donizetti di Bergamo è andata in scena la Figlia del reggimento di Gaetano Donizetti diretta dal Maestro Alessandro D’Agostini, per la regia, le scene e i costumi di Andrea Cigni. Si è trattato di uno spettacolo davvero bello, in certo qual modo, perfetto.
La direzione orchestrale è stata trascinante e senza una sbavatura.
La regia ha puntato a un’ironia lieve e gioconda che ha convinto gli spettatori bergamaschi, nonostante non fosse accondiscendente verso un tipo di comicità televisiva. Ha, infatti, creato un raffinato mix di realismo dei gesti quotidiani con effetti assolutamente stranianti. Per portare un esempio, nel secondo tempo dello spettacolo, la scena viene “invasa” da un enorme orsacchiotto di peluche che simboleggia la stanza dei bambini, ma anche – per contrasto – l’incombere su Maria di una situazione (quella della nuova vita nella casa della zia/madre) che non le è congeniale. Non è un caso, forse, che, nel momento in cui il reggimento si ricongiunge con Maria, l’orsacchiotto, privato degli arti e posto a faccia in giù (ovvero negato nella sua funzione di gioco), viene calcato a mo’ di palcoscenico da Maria prima e dalla ricostituita coppia Maria/Tonio poi, a significare la ritrovata sintonia con la propria natura.
Una natura, quella della figlia del reggimento, assai distante dalle convenzioni di una polverosa aristocrazia cui la si vorrebbe vincolare per mezzo di un improbabile matrimonio. Maria, infatti, è un soldataccio e come tale si presenta in scena nel primo tempo, con tanto di sidecar e di pantaloni da lavoro.
A impersonare Maria c’era la assai brava Yolanda Auyanet che ha convinto sia come cantante, sia come attrice comica.
Nel ruolo di Tonio uno strepitoso Gianluca Terranova che – nella celebre area dei do di petto – è stato talmente bravo che il pubblico ha chiesto a gran voce il bis. Richiesta soddisfatta dal tenore.
Assolutamente all’altezza tutto il cast e bravo il coro.
Al calar del sipario, il pubblico ha salutato gli interpreti con un lungo e caloroso applauso.
Spettacolo da non mancare.

Commenti

  1. Yes, Gianluca Terranova is the perfect Tonio and also Perfect Duke of Rigoletto and Edgardo in Lucia di Lammermoor as well as the perfecte Alfredo in La Traviata! What Terranova sing, it is alwas just great, unbilievable, just fantastic! This Tenor is a juwel from Himmel! Do hope to hear him much more and so oft as it is just possible! It is a delight to hear and see him on the stage! He has not only a fantastic voice but also a great stage presence

    RispondiElimina
  2. @Zsazsa: thanks for your comment.

    RispondiElimina

Posta un commento