In 5 settimane puoi diventare gay

Come diventare gay in cinque settimane di Claudia Mauri edito da Melampo è un manuale che si prefigge di insegnare agli eterosessuali a diventare gay in sole cinque settimane. Il libro è ironico al punto giusto, ma non manca di sollecitare il lettore con alcune riflessioni. Egli, prima di tutto, potrebbe chiedersi la ragione per la quale si possa aver bisogno di tale libro. Scrive, a tal proposito l'autrice, invitando, in tal modo, implicitamente, alla riflessione: “Nasciamo in una società che pianifica la quasi totalità delle attività sociali presupponendo che tutti siano eterosessuali”. Ecco, sembra dire l'autrice, magari qualcuno non è eterosessuale, ma non ha modo di capirlo, perché le sollecitazioni cui è sottoposto lo indirizzano verso scelte di vita eterosessuali.
“Può anche darsi che la maggior parte degli esseri umani sia etero, ma di certo le circostanze le aiutano a convincersene. Se le persone crescessero convinte di avere davvero una scelta con pari possibilità, forse i numeri cambierebbero”, insiste l'autrice.
Il libro, quindi, seguendo le prime mosse nel mondo gay di Bruce (come Bruce Wayne, ovvero Batman: un uomo “che veste in calzamaglia e si è scelto come adepto un giovanotto niente male”) e di Diana (come Diane Prince, Wonder Woman, “che va in giro per il mondo con la frusta”) dà la possibilità a coloro che vogliano avventurarsi nel mondo glbt come protagonisti di iniziare un percorso al termine del quale ci si possa dichiarare gay e lesbiche.
Nel libro vengono affrontati diversi nodi dell'essere omosessuali: dal guardaroba al portamento, dalla vita erotico-affettiva al coming out con amici e familiari.
Davvero un libro ben fatto e divertente che andrebbe letto non solo da coloro che volessero intraprendere il percorso verso uno stile di vita “diverso”, ma anche da molti di coloro che già vivono una condizione di diversità magari con disagio.