Luce e materia

UnmilioneduecentocinquantachilidimetallloattraversatidallalucePrevitaliPrevitali

Previtali


Un’esposizione nata attorno ad un’idea, all’IDEA, quella cercata, volutamente inseguita con tratti originali, fortemente desiderata; frutto della suggestione della materia e della luce: è questo il filo conduttore attorno al quale il fotografo bergamasco Tiziano Previtali e lo studio di architettura Rapanà hanno allestito “Unmilioneduecentocinquantamilachilidimetallloattraversatidallaluce” l’esposizione voluta da Ambrosini metalli per celebrare i cinquant’anni di attività nel settore di lavorazione dei laminati.
Una mostra, aperta fino al 15 settembre, presso il centro Congressi Giovanni XXIII in via Paelocapa a Bergamo, sorta dalla difficile sfida di riuscire a rendere affascinante e coinvolgente il settore della metallurgia, rendendone i procedimenti argomento di comunicazione ed emozione.
Ecco allora che per riuscire a centrare questo traguardo, Previtali decide con il suo essere sempre imprevedibile, di spostare il punto di vista!
Il fotografo non si concentra in un’attività ligia e noiosa di documentazione, ma decide di andare alle origine della materia, di togliervi peso e gravità, riportandola al primordiale stato di pura Luce, donargli leggerezza con ironia e gusto.
Un rimando michelangiolesco in questo modo di operare, un “lavorare per via di levare”, come diceva il grande artista in riferimento alla sua attività di scultore.
All’arte e alla sua storia si richiamano più volte gli scatti di Previtali, riportando alla superficie dello sguardo le strisciate rosse de “La Città che sale” di Boccioni, i grigi metallizzati dei gocciolamenti di Pollock e il caldo colore lavico dei vedutisti napoletani settecenteschi impegnati nella contemplazione del Vesuvio.
E’ immediato però pensare che la matrice più chiara di questo raffinato gusto del colore e di questa accentuata sensibilità alla luce, vengano all’autore degli scatti dal profondo amore che mai ha nascosto per Venezia e la laguna.
Città capace di cambiare sempre il suo aspetto grazie all’acqua, ai riverberi infiniti, al gioco spiritoso del sole sui canali.
La materia attraversata dalla luce: immagini, installazioni e proiezioni per celebrare i 50 anni di attività dell’azienda Ambrosiani
Ingresso libero
Orario: giovedì, venerdì, sabato e edomenica 15.00/22.00
Centro Congressi Giovanni XXIII, 106 – Bergamo – ingresso da via Paleocapa
www.1250.it
www.tizianoprevitali.com