Una bella amicizia

Con Carlos e Sal edito da Playground Alex Sanchez descrive quella che, banalmente, potrebbe sembrare un'amicizia impossibile: quella che unisce due adolescenti, uno eterosessuale (Carlos) e l'altro gay (Sal). 
Sulle prime l'amicizia è del tutto interessata: Carlos, ispirato da un noto programma TV (I fantastici cinque) chiede a Sal di aiutarlo a cambiare look per riuscire a conquistare la ragazza dei suoi sogni. In cambio dei suggerimenti, Carlos pagherà Sal a ore e lo aiuterà a fondare un gruppo scolastico gay-etero per combattere l'omofobia.
Ben presto, però, l'interesse si trasforma in amicizia, complice il fatto che Sal, nonostante sia fidanzato, non ha mai avuto un amico vero e Carlos, nonostante abbia un gruppo di amici con cui è cresciuto, non è mai riuscito ad aprirsi con nessuno di loro (e men che meno con i suoi genitori).
Sal sembra avere davvero una benefica influenza su Carlos e più d'uno se ne accorge, anche se molti iniziano a sospettare che Carlos sia diventato omosessuale, per la semplice ragione che frequenta Sal (!!)... 
Ma a Carlos l'amicizia di Sal piace. 
Insomma, bisogna che Carlos riesca a vincere l'omofobia se vuole davvero essere se stesso... 
Infatti, Sal spiega all'amico che «Omofobia significa che ogni volta che fai qualcosa di leggermente diverso, rischi di essere chiamato frocio e non importa se lo sei davvero o no. Pensi che questo non finisca per condizionarti? Pensi che questo non ti impedisca di essere davvero te stesso?».
Ad ogni modo, l'amicizia tra i due sembra cementarsi ogni giorno di più, man mano che Carlos cresce e matura, riuscendo ad aprirsi agli altri...
Ma fino a quando Carlos non avrà del tutto compreso che l'importante è dare piuttosto che ricevere, la nuova amicizia sarà in pericolo, minata da futili motivi...
Un libro ben scritto che dovrebbe essere letto in tutte le nostre scuole di ogni ordine e grado.

Commenti